Makko-ho della Terra, Shiatsu in movimento

E’ il secondo nella sequenza degli esercizi di stretching dei meridiani.

I meridiani coinvolti appartengono alla Fase Terra della trasformazione del Qi. La coppia di meridiani pertengono alla funzione energetica dello Stomaco e della Milza/Pancreas.

Questo esercizio regola la funzione, liberando l’energia (qi) bloccata dell’apparato digerente.

Funzione dell’organo- meridiano dello Stomaco: controllo dell’appetito, elaborazione del cibo, influenza sul ciclo mestruale.

Parole chiave:  tubi digestivi e riproduttori, appetito, fame, allattamento, ostinazione.

Funzione dell’organo-meridiano della Milza/Pancreas: mentale, ormonale, metabolismo, regola la digestione ed i processi enzimatici, controlla l’attività e la secrezione della saliva, controlla il lavoro dell’intestino tenue, controlla gli ormoni sessuali in relazione al seno ed alle ovaie.

Parola chiave: digestione, riproduzione, ciclo mestruale, pensiero, preoccupazione, problemi di peso.

L’esercizio
Posizione iniziale: seduti sui talloni (posizione Seiza).
Inspirare profondamente ed espirando:
1) portate le mani a terra dietro la schiena,
2) poi piegate le braccia e appoggiate i gomiti a terra;
3) infine lentamente abbassate ancora il tronco indietro fino a toccare terra con le spalle e la testa.
Stendere le braccia oltre la testa e rimanere in posizione il tempo di 2-3 respirazioni profonde.
E’ importante tenere sempre le ginocchia divaricate solo alla stessa ampiezza delle anche e non di più; e non sollevarle mai da terra.
Se questo non è possibile fermatevi alla posizione 1) o 2) e non andate oltre.
Lentamente tornate alla posizione di partenza.
Concludete piegando il busto in avanti estendendo le braccia a terra per rilassare la schiena.

Non forzare l’esercizio, non sforzare le articolazioni.

Ricordate sempre di eseguite gli esercizi per i meridiani almeno una volta ogni due giorni, tenendo presenti le seguenti regole:

A – Eseguire i movimenti in allungamento durante l’espirazione.
B – Inspirare prima di iniziare il movimento.
C – Non forzare mai l’allungamento ma portare il corpo al limite della resistenza.
D – Rilassarsi e mantenere la posizione raggiunta respirando almeno due volte profondamente.
E – I punti dolorosi mostrano squilibri energetici (nell’espirazione il fastidio si attenua).
F – Prima di iniziare, cercate un posto tranquillo e prendetevi qualche minuto per concentrarvi sulla respirazione diaframmatica portando l’attenzione della mente sul vostro baricentro sotto l’ombelico (può aiutare la concentrazione porre le mani in questa zona).

Per comprendere meglio l’esercizio vedi il post precedente: http://www.centro-tao.it/2012/06/09/stretching-dei-meridiani-shiatsu-in-movimento/

Lascia un commento:

© Centro Tao Network - C.F. 97744170016 | Credits