La Floriterapia di Bach

I fiori di Bach sono una disciplina olistica basata sull’uso dei fiori, ideata dal medico gallese Edward Bach.

Secondo il pensiero di Bach, l’uso dei rimedi deve essere semplice e accessibile a tutti, in quanto tutti possono sviluppare la sensibilità necessaria per effettuare da soli l’auto-valutazione e l’auto-pratica. Inoltre l’uso dei rimedi deve, secondo Bach, avere carattere preventivo ed essere senza effetti collaterali.
Alla base dei rimedi floreali di Bach c’è il principio secondo il quale nella ricerca del ben-essere di una persona, devono essere prese in considerazione principalmente la prevenzione e la conoscenza del disagio emozionale, il quale determina i sintomi fisici. Il singolo fiore armonizza lo squilibrio emozionale che ha causato o potrebbe causare un certo malessere fisico. Dietro ogni disturbo fisico c’è quello che viene chiamato “fiume di energia”, originato a livello psicologico (come nel caso della rabbia, che viene scaricata in modi e zone del corpo differenti); pertanto, ad ogni disturbo psicosomatico, provocato dallo sfogo dell’energia, corrisponde, a monte, un ben preciso disturbo dell’anima.
Sulla base di tali principi sono stati distinti 38 “tipi comportamentali” di base, ai quali corrispondono 37 fiori e un’acqua di fonte, la cui energia è in grado di riequilibrare il corpo-mente (psicosoma) per riportarlo in armonia; in tal modo i sintomi tendono a regredire.
I rimedi floreali scoperti da Bach rilasciano infatti nell’acqua, se opportunamente trattati, la loro “energia” o “memoria”. Bach consigliava di cogliere i fiori al massimo della fioritura e nelle prime ore del mattino di un giorno assolato; il fiore, che non doveva essere intaccato da alcunché, veniva deposto in una ciotola d’acqua pura e veniva trattato secondo uno dei due metodi riportati nelle opere del medico gallese.
Come si assumono: si diluiscono 2 gocce di ciascun rimedio in un flacone da 30 ml con pari quantità di acqua e di brandy (si può sostituire l’aceto al brandy) e poi si assumono 4 gocce 4 volte al giorno di questa miscela, oppure più semplicemente si versano 2 gocce di ciascun rimedio in un bicchiere d’acqua che va bevuto nell’arco della giornata.

Suddivisione secondo gli stati d’animo
Si è visto come Bach individui diversi comportamenti negativi come cause di malattia. I suoi rimedi sono adatti a chiunque, poiché agiscono sugli stati emozionali negativi, che sono universali perché archetipali, quindi comuni a tutto il genere umano, e agiscono a livello sottile, vibrazionale, stimolando lo sviluppo od il rafforzamento dell’energia emozionale positiva, opposta a quella che è causa della disarmonia e quindi della malattia. I fiori di Bach non agiscono direttamente sul corpo fisico, ma possono guarirlo, agendo perciò sul corpo emozionale, pacificando i conflitti tra anima e personalità.

Per lo scarso interesse verso le circostanze attuali: Clematis, Honeysuckle, Wild Rose, Olive, White Chestnut, Mustard, Chestnut Bud.
Per la solitudine: Water Violet, Impatiens, Heater.
Per l’ipersensibilità alle influenze e alle idee: Agrimony, Centaury, Walnut, Holly.
Per l’avvilimento e la disperazione: Larch, Pine, Elm, Sweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak, Crab Apple.
Per l’eccessiva preoccupazione del benessere altrui: Cicory, Vervain, Vine, Beech, Rock Rose.
Per la paura: Rock Rose, Mimulus, Cherry Plum, Aspen, Red Chestnut.
Per l’incertezza: Cerato, Scleranthus, Genzian, Gorse, Hornbeam, Wild Oat.

Lo schema seguente permette di conoscere l’elenco di tutti i fiori di Bach e gli stati d’animo ad essi collegati in modo sintetico.

nome del fiore cosa cura aspetto positivo
AGRIMONY – agrimonia Ansia, tormento, fuga dai confronti e dalle tensioni Si trova pace e serenità  con se stessi e gli altri
ASPEN – pioppo Paura dell’ignoto, angoscia Sicurezza e capacità  di farsi valere, protezione
BEECH – faggio Ipercritico, arrogante, rigidità  dei valori Empatia, profondità
CENTAURY – centaurea Scarsa volontà, paura di deludere Rafforza la personalità
CERATO – caratostigma Indecisione, sfiducia nelle proprie intuizioni Chiarezza nelle scelte e nell’azione
CHERRY PLUM – prugno Perdita di controllo, paura di impazzire Serenità, tranquillità  interiore
CHESTNUT BUD – gemma di ippocastano Scarsa attenzione, atteggiamenti ripetuti Concentrazione, integrazione delle esperienze vissute
CHICORY – cicoria Ricatto morale, autocompatimento Capacità di amare spontaneamente, cura degli altri
CLEMATIS – clematide Distrazione, mancanza di concentrazione Creatività pratica e produttiva
CRAB APPLE – melo selvatico Perfezionista, rifiuto del proprio aspetto fisico Accettazione del proprio corpo, serenità
ELM – olmo Momentaneo scoraggiamento, troppi impegni Concretezza ed equilibrio
GENTIAN – gentianella Pessimismo, scetticismo Capacità di affrontare gli ostacoli, sicurezza
GORSE – ginestrone Rassegnazione, senza speranza Forza d’animo, capacità  di affrontare le situazioni
HEATHER – erica Solitudine, eccessiva loquacità Accettazione della vita, empatia, migliori relazioni
HOLLY – agrifoglio Gelosia, collera Comprensione e amore, senso di calma
HONEYSUCKLE – caprifoglio Nostalgia, si vive nel passato Integrazione delle esperienze passate, interesse per il presente
HORNBEAM – carpino Stanchezza mentale, scarso interesse per la quotidianità Energia e gioia
IMPATIENS – impatiens Frenesia, impazienza Rispetto degli altri, pazienza, profondità
LARCH – larice Insicurezza, paura di sbagliare, sfiducia di se stessi Coraggio, e sicurezza nelle proprie capacità
MIMULUS – mimolo Paure, timidezza, insicurezza Coraggio, saggezza interiore e sensibilità
MUSTARD – senape Malinconia, depressione, abbattimento Forza interiore, fiducia
OAK – quercia Eccessivo senso del dovere, stanchezza Rispetto di se stessi, forza
OLIVE – olivo Sfinimento fisico e psichico, astenia Forza fisica e mentale, vitalità
PINE – pino Senso di colpa, inadeguatezza Autoaccettazione, perdono di se stessi
RED CHESTNUT – ippocastano rosso Preoccupazione eccessiva per gli altri Sicurezza degli affetti, autonomia emotiva
ROCK ROSE – eliantemo Panico, terrore, paure che bloccano Rigenerazione nervosa, calma
ROCK WATER – acqua di sorgente Rigidità, eccessiva autodisciplina Accettazione della vita, flessibilità
SCLERANTHUS – scleranto Indecisione, alternanza Forza decisionale, capacità di scelta
STAR OF BETHLEHEM – latte di gallina Traumi, shock, traumi Si integrano gli eventi traumatici, ritrovando la forza
SWEET CHESTNUT – castagno Disperazione Capacità di trasformare e di ritrovare la luce
VERVAIN – verbena Fanatismo, tensione Calma, attenzione verso i bisogni degli altri
VINE – vite Ambizione, desiderio di dirigere tutto Carisma, rispetto e amore
WALNUT – noce Scarsa capacità di adeguarsi ai cambiamenti Protezione, flessibilità  ed accettazione del nuovo
WATER VIOLET – violetta d’acqua Distacco, solitudine, senso di superiorità Partecipazione, simpatia
WHITE CHESTNUT ippocastano bianco Pensieri ripetitivi, fatica mentale Chiarezza nel pensiero, tranquillità
WILD OAT – avena selvatica Dispersione, scarsa capacità  di scelta Si scopre il proprio valore e la propria missione
WILD ROSE – rosa canina Apatia, scarso interesse Decisione, motivazione, gioia anche nella routine
WILLOW – salice Risentimento, amarezza Si guida il proprio destino, ottimismo

Elaborazione di Gianpiero Brusasco da:

Wikipedia
Guna

Lascia un commento:

© Centro Tao Network - C.F. 97744170016 | Credits