Il 21.12.2012 Michelangelo Pistoletto, il grande artista italiano, lancia a livello mondiale, il progetto del Re Birth Day, chiamando alla responsabilità e alla consapevolezza persone, gruppi, comunità, istituzioni per dare vita a un grande progetto collettivo di civiltà che assicuri un Futuro all’Umanità sul Pianeta.

Oggi la sopravvivenza dell’umanità è a rischio, la crescita illimitata sta esaurendo le risorse del mondo.

La Terra, l’Acqua, l’Aria sono minacciate, presto non saranno più disponibili per una grande parte della popolazione mondiale.

La Rinascita riguarda tutti noi, i nostri figli e le generazioni che verranno.

Per riconciliare di nuovo l’Uomo con l’Ambiente e la Natura.

Attraverso la potenza evocatrice dell’arte si formerà una rete mondiale di progetti, di azioni, di gesti capaci di promuovere significative relazioni tra contesti e persone, di superare antichi e laceranti conflitti, di creare nuovi orizzonti di senso, di costruire concrete occasioni di pace, giustizia e lavoro.

Nella sua storia di artista, e fin dalle sue prime opere d’arte, Michelangelo Pistoletto ha sentito fortemente l’impegno a promuovere il rapporto fra arte e società, ritenendole indispensabili e imprescindibili l’una per l’altra.

Il simbolo profetico del Terzo Paradiso elaborato da Pistoletto indica la via per incrociare arte e vita e ristabilire un nuovo equilibrio tra natura e artificio, giusto, responsabile e consapevole.

S.U.S.A. Sentiero Umano di Solidarietà Artistica e Ambientale una catena di mani lunga 50 km per unire Torino a Susa

Scopo del progetto

Il 21.12.2012 alle ore 12,21 nella giornata del “Re Birth Day”, in collegamento con la mobilitazione mondiale intorno al tema della ri-generazione del Pianeta, 50.000 persone si terranno per mano da Piazza Castello a Torino fino a Susa, collegando la città alla valle; dall’unione di 100.000 mani, si snoderà il S.U.S.A. Sentiero Umano di Solidarietà Artistica e Ambientale un grande gesto artistico collettivo, preludio di una vera “ri-nascita”, una potente azione simbolica di riconciliazione fra Natura, Arte e Comunità, che dall’Italia si irradierà al mondo intero.

Chi siamo

Siamo donne, uomini, bambini, convinti che l’Arte salverà la Natura e il Mondo per le generazioni che verranno.

Siamo alunni e studenti delle scuole, siamo insegnanti e genitori, siamo operatori della salute e dell’ambiente, siamo artisti, siamo volontari, siamo associazioni, siamo cittadini indipendenti, legati ai valori della solidarietà, della salvaguardia dell’ambiente, della custodia e del rispetto per la Terra e per tutti gli esseri viventi che la popolano. Siamo le istituzioni, gli amministratori locali, fieri del loro territorio che intendono fare conoscere ed amare, preservandone la naturale bellezza e integrità.

Perché da Torino a Susa

Per unire Torino, prima Capitale d’Italia, alla Valle di Susa, luogo di incontro di paesi, popoli, culture, e per sostenere l’impegno a favore della Terra e del Paesaggio valorizzando una terra ricca di tradizione, di storia, di arte, di bellezze naturali, di cui l’Italia è l’emblema nel mondo.

Come si svolgerà il Sentiero

Il 21.12 alle ore 12,21 da Piazza Castello a Torino a Susa, 50.000 persone si disporranno sul lato sinistro della SS 25, secondo il percorso indicato sulle Mappe presenti nel sito www.sentierumano.it

Ciascuno avrà comunicato in precedenza la sua presenza e il suo posto ai Coordinatori del Sentiero e la sua posizione sarà già stata fissata sulla carta. I nativi percorreranno le strade più brevi per raggiungere la propria postazione utilizzando e condividendo mezzi di trasporto, per quanto possibile a basso tasso di inquinamento.

Chi si unirà alla catena provenendo da destinazioni più lontane,

si troverà al punto di raccolta in precedenza concordato e raggiungerà la propria postazione.

Alle ore 12,21 del 21.12.2012 le nostre mani si uniranno insieme per tre minuti formando il S.U.S.A.

Sostenibilità

Sotto il segno dell’arte, dell’ambiente e della solidarietà, tutto il progetto S.U.S.A. verrà predisposto in modo da ridurre il più possibile l’impatto ecologico: l’organizzazione del percorso valuterà le inevitabili ricadute ambientali (mezzi di trasporto, mezzi di soccorso, dispositivi usa e getta, rifiuti, etc.) riducendone l’impronta ecologica complessiva.

21.12.2012
Re Birth Day e S.U.S.A.
(nel segno del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto)

Di Centro Tao Network

Scuola di Shiatsu Tao, network dei professionisti delle discipline olistiche, corsi, trattamenti, conferenze. 3474846390 - info@centro-tao.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.